ARCHITECTURE VERNACULAIRE

CERAV

RECENSION 20 / REVIEW 20

Priročnik kraške suhozidne gradnje

MANUALE DELL'EDILIZIA CARSICA IN PIETRA A SECCO

version en français


Eda Belingar, Miha Jeršek, Patricija Bratina, Boris Čok, Domen Župančič, Priročnik kraške suhozidne gradnje - Manuale dell’edilizia carsica in pietra a secco, progetto Living Landscape - Il paesaggio vivo del Carso finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali  (Italia e Slovenia) nell’ambito del Programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013 (recensione Sergio Gnesda).

L’opera originale, scritta in lingua slovena, é composta di un volume con inseriti due piccoli fascicoli. Le tre pubblicazioni sono state tradotte in lingua italiana dall’Ente Pubblico Parco Škocjanske Jame della Slovenia anche se nelle specifiche del progetto il lavoro non era previsto (1). La recensione riguarda le tre opere tradotte in lingua italiana.

 

Intitolato Manuale dell’edilizia carsica in pietra a secco e composto di 35 pagine di formato 21 x 21 cm, il libro é di presentazione gradevole grazie alle numerose fotografie quasi tutte a colori. Il manuale si compone di undici capitoli ognuno dei quali é scritto da un autore diverso, dei quali i primi 3 trattano la parte geologica e storica. Il quarto é consacrato ai vari tipi di muretti, il quinto alle pietre di confine, muretti di rincalzo, ripari, stagni, pozzi, sentieri, sorgenti murate nonché alle hiške. I rimanenti capitoli trattono delle caratteristiche delle costruzioni a secco, dello stato di conservazione delle strutture esistenti e di casi di pratiche da evitare.

L’ultimo capitolo é un glossario dell’architettura vernacolare del Carso. La terminologia censita riguarda spesso termini in dialetto istro-veneto, triestino o istrioto, che é una lingua romanza dell’Istria centrale (2). Le definizioni sono in italiano. Ad esempio la parola in sloveno locale hiška é stata tradotta in lingua romanza istriota con casita (3). La bibliografia comprende pero’ solamente opere che riguardano il Carso/Kras sloveno anche se il libro tratta dell’architettura in pietra a secco del Carso Classico il quale comprende sia la parte in territorio italiano che quella in territorio sloveno.  A questo proposito sarebbe opportuno indicare Italia (I) o Slovenia (Slo) se le localitŕ citate sono situate in Italia o Slovenia e scrivere i nomi nelle due lingue . Risulterebbe cosi’ piů facile ai lettori, non sempre conoscitori delle terminologie bilingui, individuare le localitŕ.

 

Fonte: Platy limestone: 10 case studies in the Classical Karst, Adriatic IPA project RoofOfRock, Trieste 2014.

 

I due piccoli fascicoli per la manutenzione e la costruzione delle hiške e dei muretti (editi in bianco e nero entrambi di 19 pagine di formato 21 x11,5 cm) sono stati redatti da Boris Čok come supporto per gli appassionati. I diciasette capitoli del primo fascicolo La manutenzione e la costruzione dei muretti a secco isolati e di sostegno sul carso trattano tutti gli aspetti :descrizione degli attrezzi, sicurezza, demolizione e riparazione delle parti lesionate, selezione e preparazione delle pietre terminando con le tecniche costruttive. Chiude il manuale il glossario (sloveno locale - italiano). I quindici capitoli del fascicolo La manutenzione e la costruzione delle hiške sono concepiti in parte anche come complemento del primo fascicoletto e si concentrano sugli aspetti legati alla manutenzione, ricostruzione e costruzione di nuove hiške. Numerosi schizzi didattici e fotografie integrano il testo. Nell’ultimo capitolo viene ricordato il rituale della « benedizione » di una hiška da parte del capomastro al termine dei lavori.

 

 

Tutto il materiale prodotto in progetti del tipo Living Landscape, facente parte del Programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia, é distribuito gratuitamente.

Gli interessati possono accedere ai libri (in lingua italiana) in versione elettronica tramite il sito dell’Istituto per la tutela dei beni culturali della Slovenia :
http://www.zvkds.si/sl/kulturna-dediscina-slovenije/publikacije/publikacije/176-prirocnik-kraske-suhozidne-gradnje-v-italijanscini/
Per i testi in lingua slovena :
http://www.zvkds.si/sl/kulturna-dediscina-slovenije/publikacije/publikacije/175-prirocnik-kraske-suhozidne-gradnje-v-slovenscini/

NOTE

(1) Dispiace tuttavia che l’italiano in alcune parti sia esitante

(2) La lingua istriota é parlata nell’Istria meridionale da circa 3000 locutori e da qualche migliaio della diaspora.

(3) La traduzione di hiška con casita, termine che si riferisce esclusivamente alle capanne in pietra a secco con volta in aggetto della zona di Dignano d’Istria / Vodnjan dove la lingua romanza istriota  é tuttora parlata, é un grave errore di definizione. Con l’uso della parola casita si perpetua inoltre la scelta di questo termine fatta dagli studiosi anteguerra in quanto il regime fascista impediva l’uso di parole straniere nella lingua italiana (in questo caso la parola hiška).


Pour imprimer, passer en mode paysage
To print, use landscape mode

© Sergio Gnesda - CERAV
Le 12 mars 2015 / March 12nd, 2015

Références ŕ citer / To be referenced as:

Sergio Gnesda
compte rendu de Eda Belingar, Miha Jeršek, Patricija Bratina, Boris Čok, Domen Župančič
Priročnik kraške suhozidne gradnje - Manuale dell’edilizia carsica in pietra a secco
Progetto Living Landscape - Il paesaggio vivo del Carso finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali (Italia e Slovenia) nell’ambito del Programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013
http://www.pierreseche.com/recension_20_it.htm
12 mars 2015

page d'accueil           sommaire recensions